Municipio S. Antonino
Via Municipio 10
6592 Sant'Antonino
tel. 091 850 20 90 | fax 091 850 20 99
Casella Postale 446
cancelleria@santonino.ch
Orario degli sportelli
Lunedí - Venerdí
dalle 14.00 alle 17.00
Cerca nel sito  |  Sitemap
giovedì 14 dicembre
Anno 2016: Club di difesa personale S. Antonino
Il Municipio di S. Antonino ha il piacere di comunicare che ieri sera si è svolta presso la Sala del Municipio la premiazione del miglior sportivo (o altri settori) di S. Antonino per l’anno 2016, premio che è stato assegnato al Club di difesa personale di S. Antonino, per i brillanti traguardi sportivi raggiunti nella disciplina dello Judo.
 
Il Club di difesa personale di S. Antonino è un'organizzazione sportiva che intende promuovere lo sport per tutti, grazie al grande sforzo di allenatori e aiutanti che impiegano il loro tempo in forma volontaria. È stato fondato nel 1993 e promuove l'apprendimento delle arti marziali per i bambini dai 6 anni in poi e per adulti. Nel 1994 il Club si è traferito a S. Antonino nei locali della protezione civile e nel 2002 è stata costruita la palestra attuale sul terreno messo a disposizione dal Comune. Diversi i corsi proposti (judo, jujitsu, kick boxing, difesa personale, cross fit, wing fight...) con lo scopo di migliorare l'autostima, la condizione fisica, psichica dei partecipanti e di far avvicinare i ragazzi a queste discipline.
 
Lo Judo è un'arte marziale, uno sport e una filosofia giapponese. È anche una disciplina per la formazione dell'individuo nel senso morale e caratteriale. È diventato ufficialmente disciplina olimpica nel 1964, a Tokyo, e ha rappresentato alle Olimpiade di Atene 2004 il terzo sport più universale, con atleti da 98 paesi. La pratica di questa disciplina consente un'educazione fisica completa, potenziando nel contempo tutte le proprie possibilità motorie e stimola la socialità grazie agli allenamenti di gruppo. Gli allenamenti mirano a migliorare la condizione fisica, l'insegnamento del rispetto e della difesa personale.
 
Un bell'esempio di successo del Club è Fabiana Kündig (U21) domiciliata a Contone, attiva nel Club dal 2006 e cresciuta sportivamente nei ranghi della palestra, dove si occupa della formazione e dell'allenamento dei giovani atleti. Atleta e istruttrice che vive lo judo con passione ed entusiasmo ha partecipato alle finali del Campionato svizzero individuale, l'evento più importante del calendario judoistico nazionale, tenutosi il 19 e 20 novembre 2016 a Neuchâtel, in una cornice di pubblico importante. In gara per ogni categoria i 16 migliori judokas svizzeri, selezionati in base ai risultati ottenuti durante l'anno negli otto tornei ranking. Brillante la prestazione dell'atleta ticinese, che si è aggiudicata due volte la medaglia di bronzo nella categoria élite femminile - 48 kg, con grande soddisfazione del suo Club per i riconoscimento conseguito. Grazie alla sua tenacia e motivazione durante il 2016 è riuscita a raggiungere ottini risultati anche a livello Cantonale, ha coronato la sua carriera di judoka con l'ottenimento del 1° Dan, inserendosi inoltre nel Judo Team Ticino femminile.
 
Ricordiamo che il premio miglior sportivo è stato introdotto per la prima volta nel 2009 e si prefigge di omaggiare annualmente gli sportivi del Comune di S. Antonino che si distinguono per l’impegno ed i risultati conseguiti. Un ulteriore novità dal 2014 è stata quella di aprire le candidature anche a persone o enti siti nel nostro territorio che si sono particolarmente distinti nel corso dell’anno in altri settori (ad esempio in ambito culturale, musicale, scolastico, sociale, eccetera). Questa è l'ultima edizione con la denominazione attuale, in quanto dall'anno prossimo si rinnoverà con la nuova designazione "Premio e riconoscimento al merito" voluta dal Municipio per stimolare ed estendere maggiormente le candidature.
  
Ieri sera, in presenza del Municipio, dei Membri della Commissione Biblioteca e cultura, dei monitori, di amici e famigliari, il premio che consiste in un assegno di fr. 500.-- più un trofeo, è stato consegnato dall'Esecutivo all'atleta Fabiana Kündig e alla Presidente del Club di difesa personale Ramona Waser