Municipio S. Antonino
Via Municipio 10
6592 Sant'Antonino
tel. 091 850 20 90 | fax 091 850 20 99
Casella Postale 446
cancelleria@santonino.ch
Orario degli sportelli
Lunedí - Venerdí
dalle 14.00 alle 17.00
Cerca nel sito  |  Sitemap
martedì 23 luglio
Preventivi
Preventivo 2019

Il municipio di S. Antonino informa di aver licenziato i Messaggi Municipali relativi ai preventivi 2019 per l’Amministrazione comunale e azienda acqua potabile che chiudono entrambi in cifre nere e con la riconferma del moltiplicatore comunale al 65%.

L’allestimento del preventivo 2019 per l’amministrazione comunale ha richiesto una particolare attenzione in quanto un contribuente del comune a seguito di nuove politiche aziendali ha annunciato importanti diminuzioni del gettito fiscale pur continuando l’attività e mantenendo la quasi totalità dei posti di lavoro.

In considerazione della solida situazione finanziaria del comune e che la minor entrata per i prossimi 2/3 anni sarà compensata, secondo verifiche, da sopravvenienze, il municipio ha ritenuto di riconfermare il moltiplicatore comunale al 65%, mantenendo immutati sia la qualità dei servizi offerti ai cittadini sia il sostegno elargito alle società attive nel comune.

Il responsabile contenimento della spesa per l’esercizio 2019 è stato realizzato per la gran parte allineando le singole voci di costi/ricavi al consuntivo 2017 e proiezione del consuntivo 2018 e inoltre adattando gli ammortamenti amministrativi ai tassi minimi previsti dalla LOC.

L’attuale situazione finanziaria del comune che può contare su di un capitale proprio di 5.5 mio di franchi (dopo una mole di investimenti negli ultimi 5 anni di circa 10 mio.) permette di garantire anche in un prossimo futuro tutti gli investimenti consoni e necessari al nostro comune anche se a corto/medio termine saranno da rivalutare priorità e adeguatezze degli stessi in attesa di un quadro finanziario generale stabilizzato che dovrà tenere conto in particolare delle future partecipazioni ai costi secondo la nuova forza finanziaria, così come dell’evoluzione economica della Zona industriale e dell’introduzione del Modello Contabile Armonizzato 2 (MCA2), ecc...

Il mutato scenario impone quindi l’aggiornamento del Piano Finanziario che sarà distribuito all’inizio del nuovo anno. Grazie a questo strumento sarà possibile valutare la pressione fiscale che permetterà di mantenere gli attuali servizi e gli investimenti necessari nei prossimi anni.